Come arredare una casa in stile moderno? Ecco cosa sapere

come-arredare-una-casa-in-stile-moderno

Tutti pensano che per arredare modernamente un appartamento basti togliere gli arredi “vecchi” e il gioco è fatto. Le cose non stanno proprio così, cerchiamo di capirlo meglio.

I vantaggi dello stile moderno

Scegliere di modernizzare una casa da ristrutturare o appena acquistata porta notevoli vantaggi, sotto molti punti di vista.

In primis optare per mobili, suppellettili, mensole e comodini meno costosi, perché prodotti con materiali riciclati o innovativi.

Seconda cosa: un ammodernamento di luci e impianto termo-idraulico non può che portare meno costi e soprattutto a norma di legge meno rischi. Inoltre consente maggior sfruttamento della luce naturale.

Quindi alle lampade alogene e ai termosifoni a parete preferite impianti di riscaldamento a soffitto o a pavimento.

Terzo: meno oggetti sono presenti e meno dovete impegnarvi in pulizie stancanti.

Cosa significa arredare modernamente?

Infatti arredare alla moda vuol dire, come prima cosa, puntare su elementi semplici e funzionali. Non più la sola funzione di decoro, ma anche un’utilità intrinseca in ciascun elemento.

Ogni elemento presente è strettamente necessario alla stanza.

Non esiste più il salotto magnificente da mettere in mostra “una volta o due all’anno”, ma si preferisce piuttosto l’open space e la stretta correlazione fra gli ambienti.

L’ordine deve essere prospettico e le linee geometriche possono essere definite o meno. No all’accozzamento di oggettistica varia.

Quali errori non bisogna commettere

Se la filosofia è quella dello spazio e della funzionalità dovere svincolarvi da questi errori:

  • niente classici mobili a sette o otto partizioni e nemmeno troppi decori
  • niente mix fra stili diversi
  • attenzione ai colori
  • niente cestini a vista
  • nessun tavolo pesante e sedie bloccate
  • niente specchi obsoleti
  • dare poco spazio alla cucina
  • niente porte che distinguono le stanze
  • non soffocare mai l’ambiente

Quali colori scegliere per l’arredamento di oggi

La scelta della vernice e dei colori abbinati è una delle cose più complicate. Se scegliete il bianco quello va bene, perché porta luce e si abbina a molti tipi di arredo. Se preferite il nero lucido in combinazione con il grigio va bene basta che le tinte non siano troppo calcate.

Invece i colori pastello sono assolutamente da evitare e per le tonalità forti le uniche accettabili sono il rosso e il blu elettrico. Importante: mai tinteggiare senza aver scelto prima i mobili.

Come arredare il salotto?

Il salotto deve avere un divano ampio, ma agile. A far da illuminazione non il lampadario obsoleto, bensì lampade a stelo, dalle nuove forme di design e con metalli meno pesanti.

La libreria deve essere poco ingombrante e polifunzionale.

Come arredare la cucina?

La cucina moderna ha un piano di lavoro meno composito, ma più sintetico. La cucina, che può essere ad angolo, deve avere dentro fornello, lavastoviglie e frigorifero. Oltre a quelle ad angolo da non sottovalutare quelle a penisola.

Per i piani di cottura meglio quelli a induzione a cui affiancate pratici robot da cucina e pochi altri attrezzi.

Come arredare la camera da letto?

Il letto oggi è decisamente meglio a due piazze con pratico contenitore. I comodini devono essere bassi e ospitare pochi oggetti d’uso: sveglia, smartphone, un libro e una abat jour.

Fra le modalità di armadio meglio quello a cabina che quello a mille sezioni.

Come arredare il bagno?

Evitate i sanitari con modello a colonna e prediligete quelli sospesi che sono più facilmente lavabili.

La vasca da bagno, a meno che il locale sia ampio, evitatela e sostituitela con una doccia box.

Altro fardello da togliere sono i caloriferi a più elementi: meglio dei scaldasalviette pratici.