Come scegliere l’aspirapolvere: parametri a cui prestare attenzione

parametri-aspirapolvere

Non c’è dubbio che fra tutti gli ultimi elettrodomestici messi sul mercato negli ultimi cinquant’anni, l’aspirapolvere è uno dei più utilizzati e più richiesti.

Sia per le case piccole sia per quelle ampie la possibilità di poter togliere la polvere da piccole fessure, buchi, zoccolini e altri minuscoli interstizi consente di avere case più salutari e pulite.

Certo le offerte in commercio non mancano e allora prima di farsi ingolosire dal prezzo più basso o dalla grande occasione, conviene sapere quali parametri vanno attenzionati prima dell’acquisto.

Contents

Dove acquistare un’aspirapolvere di qualità

È sempre meglio rivolgersi a dei punti vendita, che garantiscano elettrodomestici di pregiata qualità e adatti a un’esigenza specifica. Per esempio, ci sono aspirapolveri adatti a certi tipi di pavimento come il parquet o il gres e altri ideali per le piastrelle da soggiorno.

Ci sono aspirapolveri che richiedono determinati watt per poter fare un ottimo lavoro. Per questo motivo optare per una delle offerte commerciali presenti su Pulito Profondo può essere un ottimo spunto, se si cerca un prodotto di alta resa ed efficienza. Ci sono modelli con sacco, quelli senza e quelli senza manico. Nella scelta di questo tipo di elettrodomestico bisogna ben calibrare l’esigenza propria con la potenza e gli accessori aggiuntivi. Esattamente, tuttavia, che parametri vanno considerati?

Le tipologie di aspirapolvere

Una delle cose fondamentali è sapere quali tipo di aspirapolvere serve. In commercio ci sono ormai tantissimi modelli e quindi bisogna conoscerli e sapersi orientare.

A traino

Sono quei tipi di aspirapolvere che hanno un motore, un serbatoio e un cavo di alimentazione. Per muoverli ci sono spesso delle ruote e in più sono ben accessoriati con spazzole specifiche. Possono essere con sacco o senza. I primi implicano il cambio del sacchetto, mentre i secondi sono più comodi, ma mettono chi le usa a maggior contatto con le polveri.

La scopa elettrica

Ideale per case con scale e pochi spazi e molto validi per punti alti e non facili da raggiungere. Le scope elettriche possono avere il filo oppure essere senza. La potenza è minore rispetto a quelle a traino e quelle senza filo hanno una batteria limitata.

I robot

Questi ultimi, che sono i più onerosi, funzionano grazie a dei sensori e una capacità di mappatura della casa. Sono comodi per pulire tutta la superficie, anche se non sono potenti quanti gli aspirapolvere.

Potenza e capacità di aspirazione

La potenza, che è fondamentale anche per la gestione dei costi, visti gli aumenti di bollette di luce e gas recenti, è un dato da prendere in grande considerazione. Oggi come oggi esistono modelli che vanno anche oltre i 900 Watt. La capacità aspirativa dipende, invece, dalla forma delle spazzole e dalle bocchette aspiranti.

Filtro

Per filtro si possono intendere sia i sacchetti di ricambio sia quelli che proteggono dalla polvere. Controllarli e cambiarli è importante perché si preserva il prodotto e si tutela chi usa l’elettrodomestico da polveri e allergeni. A tal scopo vanno anche scelti dei filtri con ottime capacità, tipo quelli in fibra di vetro che catturano le particelle più pericolose al 99%.

Accessori

Nella valutazione finale dell’acquisto conta anche il kit di accessori. È importante poter usare spazzole specifiche per mobili, divani e materassi. Mentre si si hanno animali in casa occorre pensare a spazzole ancora più efficienti per la pulizia dei peli.