I vantaggi delle case in legno, tutto quello che bisogna sapere

Il legno è un materiale naturale, solido e flessibile che resiste agli incendi e all’umidità. In pochi conoscono tutte le caratteristiche strabilianti che possiede e una casetta in legno potrebbe cambiare il modo di vedere le cose, nel prossimo futuro.

Rinnovabile ed ecologico è anche una soluzione economica per tutte le persone che vogliono qualcosa di unico per la propria vita. In Italia, il calcestruzzo è presente nell’80% delle abitazioni a disposizione e solo il 10% della popolazione ha optato per il legno.

Scopriamo insieme le caratteristiche e i vantaggi di una casetta in legno.

Caratteristiche delle case in legno

Un piccolo o medio edificio in legno, rivestito anche da altri materiali o lasciato al naturale è la nuova frontiera per il futuro. Una casa sostenibile, un posto dove potersi rilassare e stare al sicuro preservando l’ambiente, diventa una soluzione da prendere in considerazione.

Questa tipologia di abitazione consente di svolgere determinati lavori per garantire il perfetto isolamento termo acustico, adattandosi a tutte le soluzioni eco sostenibili che sono oggi a disposizione.

Piccole casette prefabbricate o personalizzate, costituite da varie parti, con un legno che resiste ad ogni sollecitazione e al tempo che passa. In molti pensano che, le casette in legno, siano poco affidabili e pericolose: in realtà, il legno è un materiale naturale di altissima qualità antisismico e ignifugo.

Per avere tutte le informazioni sulle casette in legno su misura, il consiglio è di chiedere a soli esperti del settore. Si potrà scegliere la grandezza, la sistemazione e godere dei vantaggi che stiamo per elencare.

Vantaggi delle case in legno

I vantaggi delle case in legno sono tantissimi, grazie alle proprietà delle varie essenze che vengono scelti dai produttori per la loro realizzazione:

  • Il materiale naturale del legno è durevole, non marcisce e non teme l’umidità. È importante che venga preservato utilizzando prodotti non inquinanti, contrastando il più possibile la condensa che si può creare negli anni;
  • Il legno resiste al freddo, mantenendo la giusta temperatura all’interno delle abitazioni. Un esempio su tutti è la Norvegia, che utilizza questo materiale per le sue abitazioni proprio per combattere le temperature più rigide.

Tra gli altri vantaggi, da non sottovalutare il dispendio minore di energia. Una casa in calcestruzzo, delle stesse dimensioni, diventa nettamente più cara di quella in legno.

Si aggiunge anche un maggiore comfort energetico, con il legno che assorbe e rilascia il vapore. Questo significa che durante gli inverni freddi garantisce un clima mite, mentre durante l’estate riesce a proteggere la casa dalle alte temperature.

Ci sono altri punti a favore, ovvero:

  • resistenza al fuoco, nonostante si possa pensare il contrario. Il legno è a combustione lenta e non emette alcun gas pericoloso. Il lamellare è utilizzato perché può resistere sino a 120 minuti ad un incendio, senza deformarsi;
  • il materiale è naturale, vivo, regalando benessere e aria pulita all’interno di una abitazione (e anche all’esterno);
  • sostenibile ed ecologico, il legno è biodegradabile al 100%. Costruire un edificio in legno significa immettere il 35% di gas in meno nell’atmosfera.