Vuoi acquistare Raspberry PI zero? Ecco dove puoi comprarlo

Vuoi-acquistare-raspberry-pi-zero

Esistono più di 20 diverse SKU Rasbperry Pi, ma solo alcune vale la pena considerare.

Il Raspberry Pi ha venduto 31 milioni di unità da quando è stato lanciato nel 2012, ma se non ne possiedi ancora uno o ne hai bisogno di uno nuovo per un particolare progetto, la scelta può essere un po’ scoraggiante per i troppi modelli.
Quando includi modelli legacy che sono ancora realizzati, ci sono più di una dozzina di diverse schede Raspberry Pi in vendita.

Perché hai bisogno di un Raspberry Pi?

Ogni smanettone tecnologico che si rispetti dovrebbe possedere almeno un Raspberry Pi .
Qualsiasi Raspberry Pi può fungere da computer secondario per e-mail e navigazione web, ma anche il modello di fascia più alta, il Raspberry Pi 4 , non sarà veloce come un PC Windows di fascia bassa. Il vero divertimento inizia quando usi il tuo Pi per progetti, che possono variare da robot a macchine arcade retrò a server multimediali domestici, telecamere di sicurezza o persino rilevatori di scoregge.

La magia deriva dalla combinazione di espandibilità, dimensioni ridotte, bassa potenza e basso costo di Raspberry Pi. Grazie ai 40 pin GPIO del Pi , puoi collegare la scheda a un numero enorme di luci, motori, sensori e altri dispositivi I/O.
Esiste un enorme ecosistema di HAT (Hardware Attached on Top), schede figlie che si collegano ai pin GPIO e forniscono funzionalità come display eInk, driver del motore o alimentazione tramite Ethernet.

Anche se non sei interessato a diventare un “creatore” e a trasformare il tuo Raspberry Pi in un dispositivo, il computer a scheda singola è un ottimo emulatore di giochi, streamer multimediale o server web.
E dato che possiede il sistema operativo ufficiale del Pi Raspberry Pi OS, è una forma di Linux, quindi potrai avere Linux senza installare il sistema operativo sul computer principale.

Modelli Raspberry Pi da considerare

Se cerchi attentamente, troverai più di due dozzine di SKU Raspberry Pi in vendita, ma solo una manciata sono modelli di ultima generazione che vale la pena considerare.
La Raspberry Pi Foundation, l’organizzazione senza scopo di lucro che sviluppa Raspberry Pi, non ama i vecchi prodotti EOLing (fine vita) nel caso in cui un cliente industriale abbia bisogno di un sostituto per la scheda che ha acquistato nel 2014.

Ci sono anche alcuni Raspberry Pi Compute Modules, che un client industriale collegherebbe a una scheda madre personalizzata da loro realizzata.

Il Raspberry Pi più nuovo e veloce, il Pi 4 B  alimentato da un processore quad-core da 1,5 GHz e viene fornito con 2 o 4 GB di RAM, un grande passo avanti rispetto ai Pi di generazione precedente che raggiungevano 1 GB. Ha un mix di porte USB 3.0 e 2.0, in cui i modelli più vecchi hanno solo lo standard più lento e l’uscita dual-HDMI per il supporto multi-monitor.

Con un prezzo consigliato di euro 35, il 2 GB è il nuovo Raspberry Pi mainstream per le masse quindi, se vuoi flessibilità o non sai ancora cosa vuoi fare con il tuo Pi, questo è il modello da acquistare.

Questi modelli di ultima generazione sono più lenti del 4 B e mancano di alcune delle sue caratteristiche chiave (supporto per doppio monitor, USB 3.0), ma ci sono più custodie e accessori che funzionano con loro.
Usano anche cavi HDMI standard e possono prelevare energia da molti caricabatterie standard per telefoni o persino dalla porta USB su un PC (2,5 ampere, 5 volt consigliati), quindi probabilmente hai già i cavi di cui hai bisogno.

Il Raspberry Pi 3 B / 3 B+ genera anche molto meno calore del 4 e consuma meno energia quindi, se vuoi realizzare un progetto che funzioni bene il raffreddamento passivo e puoi trovare un 3 B / 3 B+ ad un buon prezzo, è una scelta solida.

Le differenze tra il 3 B e il 3 B+ sono minori, con quest’ultimo che ha un aumento del clock della CPU di 200 MHz, Ethernet più veloce e Wi-Fi 802.11ac (rispetto a 802.11n).